Navigation

Messico: un grattacielo al contrario, 304 metri sottoterra

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2011 - 19:39
(Keystone-ATS)

Un grande studio di architettura messicano ha presentato oggi il progetto di un gigantesco palazzo sotterraneo di 65 piani, che sorgerà nel centro di Città del Messico e dovrebbe arrivare alla profondità di 304 metri.

L'Earthscraper ("grattaterra") presentato oggi dal gruppo Bnkr Arquitetura avrà la forma di una piramide rovesciata, incuneata nel suolo con giardini pensili, immense vetrate aperte sulla parte cava e ponti mobili da una parte e dall'altra dell'immenso vano. I primi dieci piani ospiteranno un museo e un centro culturale dedicati agli aztechi, mentre i restanti 55 piani saranno equamente divisi tra negozi e centri commerciali, uffici e appartamenti privati.

Secondo Bnkr, l'edificio, primo al mondo in questo formato, avrebbe il vantaggio di preservare il paesaggio al livello del suolo nella zona storica della capitale messicana, e una resistenza antisismica molto superiore a qualsiasi edificio verticale di 65 piani. Verticale naturalmente inteso come proiettato verso il cielo, e non verso il centro della Terra, come l'"Earthscraper".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?