Navigation

Michelle Hunziker: "stalker" vuole patteggiare

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 maggio 2011 - 12:04
(Keystone-ATS)

Ha chiesto di patteggiare un anno di reclusione un uomo di 48 anni che, per otto mesi, ha perseguitato con biglietti minacciosi, pedinamenti e appostamenti Michelle Hunziker, seguendola anche durante i suoi spettacoli o nei luoghi di lavoro e vacanza.

L'imputato, Pietro Pingitore, arrestato lo scorso 16 ottobre a Genova dove era andato proprio per assistere a uno spettacolo della Hunziker, ha raggiunto un accordo con il pm di Milano Brunella Sardoni per un patteggiamento a un anno, ma senza la sospensione della pena. Sulla richiesta dovrà decidere il giudice Ilio Mannucci della prima sezione penale di Milano, lunedì prossimo.

L'uomo, attualmente ai domiciliari, stando alle indagini, a partire dallo scorso febbraio e fino a ottobre ha inviato alla Hunziker numerose e-mail dal contenuto "delirante, petulante, minaccioso e ingiurioso" come "Prima o poi ti sfregio quel bel viso da..." e altre frasi del genere. Agli atti dell'indagine ci sono poi i pedinamenti e gli appostamenti dell'uomo sui luoghi di lavoro e di vacanza della showgirl.

Il 30 agosto scorso, ad esempio, si era presentato a Senigallia (Ancona) nell'albergo dell'attrice e poi il primo settembre aveva assistito a uno dei suoi spettacoli teatrali. La showgirl ha presentato querela e si è costituita parte civile nel processo, rappresentata dall'avvocato Davide Steccanella.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo