Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il flop di Bing, il motore di ricerca sul web di Microsoft, costerà parecchio al colosso dell'informatica americano, che potrebbe contare perdite per 6,2 miliardi di dollari.

Una debacle legata al sostanziale fallimento - almeno finora - delle attività internet avviate con l'acquisto di aQuantive, acquistata nel 2007 per 6,3 miliardi. Una cifra che ora rischia seriamente di spazzare via i profitti del gruppo nel trimestre che si sta chiudendo.

Microsoft, che sperava di fare la concorrenza a Google e per questo ha speso miliardi di dollari, ha dovuto ammettere che le sue attività online non crescono così velocemente come era stato programmato e non sono così redditizie come era stato previsto. Di qui la consistente perdita - scrive il Wall Street Journal - che verrà ascritta a bilancio e che avrà un impatto molto negativo sui conti trimestrali attesi il prossimo 30 giugno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS