Microsoft taglia 18.000 posti di lavoro. Lo afferma il gigante americano dell'informatica in una nota. La riduzione rappresenta il 14% della forza lavoro e sarà realizzata entro un anno. Si tratta della maggiore ondata di tagli della storia di Microsoft.

Buona parte dei tagli riguarderà la divisione di Nokia 'Devices and services' (quella che produce telefoni cellulari), acquisita di recente.

Il colosso di Redmond punta infatti a dimezzare le dimensioni della nuova controllata in un più vasto piano di ristrutturazione che costerà dagli 1,1 agli 1,6 miliardi di dollari solo per quanto riguarda la gestione degli esuberi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.