Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'ultima settimana si registrano migliaia di diserzioni tra i militari iracheni. Una fonte "vicina al premier Nuori al Maliki", citata dall'autorevole Washington Post, stima siano addirittura "90.000 i soldati che hanno defezionato" rifiutandosi di combattere contro i jihadisti dello Stato islamico in Iraq e Levante (Isis).

SDA-ATS