Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'accordo di riammissione in discussione con l'Ue prevede che "il numero di migranti che saranno rimandati alla Turchia non è di milioni" ma al massimo di "decine di migliaia".

Lo ha spiegato all'agenzia statale Anadolu il ministro degli Affari Europei di Ankara, Volkan Bozkir.

Il ministro turco ha precisato che Ankara inizierà a riprendere i rifugiati solo quando quelli già sul territorio europeo saranno stati ricollocati nei vari Paesi. L'Ue, ha aggiunto, non potrà poi "scegliere selettivamente" i rifugiati da accogliere, preferendo quelli più qualificati come medici o ingegneri.

"Avremo adempiuto a tutti i nostri obblighi entro il primo maggio", ha assicurato Bozkir, in modo da ottenere da giugno la liberalizzazione dei visti per i turchi nell'area Schengen.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS