Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"L'accordo con la Turchia" sui migranti è stato "approvato". Lo scrive su Twitter il premier ceco Bohuslav Sobotka.

Anche il premier finlandese Juha Sipila su Twitter annuncia l'ok dei 28.

I capi di Stato e di governo dei Paesi membri dell'Unione Europea, riuniti a Bruxelles, hanno "approvato l'accordo con la Turchia" per fare fronte alla crisi migratoria, ha indicato su Twitter Juha Sipila.

Fonti comunitarie a loro volta hanno confermato il via libera, aggiungendo che i leader Ue adesso ne discuteranno con il primo ministro turco Ahmet Davutoglu in vista della firma.

"La proposta di Donald Tusk (presidente del Consiglio Europeo; ndr) è stata approvata in linea di principio dai leader dell'Unione, e ora è pronta per i colloqui conclusivi con il primo ministro turco".

L'accordo tra Ue e Turchia prevede che a partire dal 20 marzo tutti i migranti arrivati illegalmente in Grecia saranno rinviati nel Paese della Mezzaluna. La data di inizio delle operazioni costituiva uno dei quattro nodi su cui si è più dibattuto.

Tra i punti cruciali anche le preoccupazioni legali legate ai rimpatri, che nel documento si affrontano specificando che i rinvii saranno compiuti in linea con le leggi internazionali e Ue, e che non ci saranno espulsioni collettive.

La proposta prevede di rilanciare le relazioni Ue-Turchia, di fare il lavoro preparatorio per l'apertura di nuovi capitoli negoziali e di aprire il capitolo di adesione 33 (quello che riguarda il budget).

Sulla partita dei soldi, si punta ad accelerare la spesa dei primi tre miliardi per i rifugiati, con la definizione congiunta tra Bruxelles e Ankara dei progetti da finanziare. Al termine della spesa dei primi tre miliardi, si dovrebbe passare allo stanziamento dei tre aggiuntivi chiesti da Ankara.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS