Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Austria introdurrà un limite al numero di richiedenti asilo nel Paese: fino al 2019 dovranno essere complessivamente non più di 127'500. Il vice cancelliere Reinhold Mitterlehner ha parlato esplicitamente di un "tetto limite".

La soglia di 127'500 migranti fino al 2019 su cui il governo austriaco ha trovato l'accordo prevede anche che per quest'anno Vienna accetterà solo 37'500 profughi.

Il cancelliere Werner Faymann ha parlato di un "valore indicativo" che si orienta a un livello massimo di 1,5% della popolazione austriaca.

Il vice-cancelliere Reinhold Mitterlehner ha detto che saranno compiute le verifiche di legge necessarie per evitare che la nuova normativa possa pregiudicare il diritto d'asilo. Ha fatto riferimento al modello svedese che prevede un limite alla capacità di elaborare le richieste di asilo. In discussione c'è anche la possibilità di sospendere per un periodo di tempo nuove richieste o di creare nelle aree di confine delle zone di attesa.

Il cancelliere Faymann ha anche detto di aver compiuto questo passo dopo essersi consultato con Angela Merkel. "Il coordinamento con la Germania resterà stretto", ha aggiunto il cancelliere, rinviando colloqui concreti a dopo il decreto.

La questione di un tetto limite tiene banco anche in Germania ed è uno dei cavalli di battaglia dell'alleato di governo della Csu, il partito cristiano-sociale legato a doppio filo ai cristiano democratici (Cdu) della cancelliera. Finora però Merkel ha sempre rifiutato di accordare l'introduzione di un limite al flusso di profughi verso la Germania.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS