Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Tutti i valichi di confine tra la Croazia e la Serbia restano chiusi, con l'eccezione di quello autostradale per le auto a Bajakovo, e così resterà finché Belgrado continuerà a dirigere tutti i migranti esclusivamente verso la Croazia".

Lo afferma il ministro degli Interni croato, Ranko Ostojic, in risposta alla critiche di Belgrado, che dopo la decisione di Zagabria di chiudere ai mezzi pesanti il valico di Bajakovo ha accusato la Croazia di violare le regole Ue.

Ostojic ha sottolineato come il valico di Horgos, tra Serbia e Ungheria, dove la settimana scorsa ci sono stati disordini e scontri tra la polizia ungherese e i migranti, "è completamente vuoto".

"È ovvio che Belgrado e Budapest hanno un qualche accordo, ma io non capisco perché si comportano così con questa gente esausta", ha aggiunto il ministro, invitando i due Paesi "ad accorciare il viaggio ai migranti e permettere loro di attraversare l'Ungheria".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS