Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'immagine dello scorso gennaio mostra alcuni migranti che si lavano usando dell'acqua da loro scaldata in una zona abbandonata di Belgrado, in Serbia (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/EPA/KOCA SULEJMANOVIC

(sda-ats)

Via libera della Commissione europea ad un sostegno aggiuntivo di 4 milioni di euro per l'assistenza umanitaria di rifugiati e richiedenti asilo in Serbia.

Il nuovo finanziamento sostiene progetti per la distribuzione di cibo nei centri di accoglienza, la protezione della popolazione più vulnerabile e attività educative.

L'annuncio è arrivato dal commissario europeo per le crisi umanitarie, Christos Stylianides, da ieri in missione ufficiale nel Paese, dove ha visitato il campo di Obrenovac e ha incontrato alcuni funzionari governativi.

La condizione del campo - ha scritto il commissario sul suo profilo Twitter - è la "dimostrazione dell'impegno di tutte le parti coinvolte e dell'immensa ospitalità della popolazione serba".

È la quarta volta che Stylianides si reca in Serbia per valutare personalmente la situazione umanitaria. La collaborazione tra Bruxelles e Belgrado "ha consentito una risposta efficace alla crisi dei rifugiati", ha detto il commissario, sottolineando l'impegno dell'Ue per migliorare le condizioni dei centri di accoglienza con programmi di distribuzione del cibo, istruzione e assistenza sanitaria.

"I progetti aggiuntivi annunciati oggi rispondono alle esigenze della popolazione più vulnerabile, soprattutto in vista della prossima stagione invernale", ha spiegato Stylianides.

Dal 2015, da Bruxelles sono stati sbloccati oltre 80 milioni di euro per sostenere la Serbia nella gestione della migrazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS