Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Libia rischia di diventare la prossima piattaforma di partenza di decine di migliaia di migranti verso l'Europa.

Questo, in sintesi, il messaggio lanciato dal presidente francese, François Hollande e dalla cancelliera tedesca, Angela Merkel, al termine del diciottesimo consiglio dei ministri franco-tedesco a Metz.

"La Libia può essere un caos e offrire agli scafisti, ai trafficanti di ogni genere, l'occasione di mettere intere popolazioni in pericolo e poi fare arrivare in Europa, in Italia o a Malta, decine di migliaia di persone", ha avvertito Hollande esprimendosi al fianco della cancelliera.

"La risposta dell'Europa deve essere quella di lottare contro le cause" delle migrazioni di massa, ha aggiunto la Merkel, aggiungendo: "La nostra risposta deve essere quella di fare qualcosa per il processo di pace come i ministri degli Esteri stanno facendo per la Siria".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS