Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono stati oltre 700 mila i migranti e profughi della rotta balcanica transitati attraverso la Serbia lo scorso anno e diretti verso l'Europa occidentale.

Lo ha detto il viceministro del lavoro e affari sociali Nenad Ivanisevic, secondo il quale il flusso migratorio prosegue incessante e si intensificherà dopo l'inverno.

"Con l'aiuto della comunità dei donatori abbiamo messo a punto un piano e siamo pronti per la primavera, poiché se lo scorso anno abbiamo accolto 700 mila persone, ce ne aspettiamo altrettanti, se non di più, anche quest'anno, a meno che non vi siano cambiamenti nella politica europea o di altri fattori", ha detto Ivanisevic parlando a una tavola rotonda oggi a Belgrado.

Secondo il viceministro, attualmente una media di 2mila migranti e profughi entrano quotidianamente in Serbia, un numero destinato a crescere a 4-6mila al giorno in primavera e in estate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS