Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Macedonia, per contrastare il flusso incessante di migranti e profughi da sud, esamina la possibilità di erigere una barriera "difensiva" alla frontiera con la Grecia, analoga a quella innalzata dall'Ungheria al confine con la Serbia.

Lo ha detto il ministro degli Esteri macedone Nikola Poposki.

In un'intervista al settimanale ungherese 'Figielo', ripreso da media serbi, Poposki ha espresso la chiara intenzione della Macedonia di far ricorso a un tipo di "difesa fisica" contro la marea di migranti, anche se - ha osservato - non sarebbe una decisione a lungo termine.

Un'alternativa al 'muro', ha ancora detto il ministro macedone, potrebbe essere il dispiegamento dell'esercito al confine greco, o le due cose insieme.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS