Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La cancelliera tedesca Angela Merkel è arrivata oggi ad Ankara per una visita focalizzata sull'emergenza profughi e la crisi migratoria.

Stamani è previsto un incontro con il premier turco Ahmet Davutoglu, mentre nel pomeriggio vedrà il presidente Recep Tayyip Erdogan. Al centro dei colloqui ci sarà l'attuazione dell'accordo di fine novembre tra Bruxelles e Ankara per ridurre il flusso di migranti diretti in Europa, proprio nei giorni in cui la Turchia affronta una nuova emergenza con circa 35 mila siriani ammassati alla frontiera in attesa di entrare dopo essere fuggiti dai raid russi e dall'avanzata del regime di Bashar al Assad nelle provincia settentrionale di Aleppo.

Ankara ha spiegato di essere arrivata al limite massimo di accoglienza dei profughi - oltre 2,5 milioni solo di siriani - ma che non li abbandonerà al proprio destino, mantenendo la sua politica delle "porte aperte" in caso di necessità. Nel corso della visita di Merkel sono previsti anche colloqui sulle strategie anti-terrorismo. Il 12 gennaio scorso 11 turisti tedeschi sono rimasti uccisi in un attacco kamikaze a Istanbul, attribuito dal governo turco all'Isis.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS