Navigation

Migranti: polizia greca spara lacrimogeni a confine turco

Lancio di lacrimogeni al confine tra Grecia e Turchia, dove si sono ammassati migliaia di migranti. KEYSTONE/AP/Giannis Papanikos sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 marzo 2020 - 18:06
(Keystone-ATS)

Nuovi scontri al confine tra Grecia e Turchia dove sono ammassati migliaia di migranti che cercano di entrare in Europa.

La polizia greca - riporta la Bbc online - ha sparato gas lacrimogeni e usato cannoni ad acqua per respingere i tentativi di sfondare le reti di separazione nei pressi del posto di confine di Pazarkule. I migranti hanno risposto con il lancio di sassi.

Le autorità greche hanno inoltre accusato la polizia turca di aver lanciato gas lacrimogeni contro i propri agenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.