Navigation

Migranti: Praga rifiuta l'obbligo di ricollocamenti

La Repubblica Ceca rifiuta qualsiasi redistribuzione obbligatoria dei migranti tra i Paesi membri dell'Ue (foto simbolica) KEYSTONE/AP/DARKO BANDIC sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 settembre 2020 - 16:11
(Keystone-ATS)

La Repubblica Ceca rifiuta qualsiasi redistribuzione obbligatoria dei migranti tra i Paesi membri dell'Ue. Lo ha detto il ministro dell'Interno Jan Hamacek (Cssd, democratici sociali) reagendo al pacchetto di misure proposto dalla Commissione europea.

Hamacek ha escluso l'obbligo di accogliere i migranti: "Siamo contrari. Non saremo d'accordo con nessuna proposta contenente l'obbligo di ricollocamento", ha dichiarato, ricordando che Praga ha assunto questa posizione da tempo insieme agli altri Visegrad (Slovacchia, Polonia, Ungheria) e ai Paesi baltici.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.