Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo fine settimana d'inverno è coinciso in Germania con la prima riduzione del numero di migranti entrati lungo la rotta balcanica. Lo ha comunicato la polizia federale.

Dopo le medie di 7.000 migranti al giorno, sostenute anche per tutto il mese di novembre, sabato scorso sono stati registrati 2.650 ingressi, domenica 3.136, per un totale di 5.786, di cui 4.208 entrati dalla porta della Baviera.

Due le cause principali. Da un lato l'arrivo del cattivo tempo, con venti di tempesta nell'Egeo, che hanno ostacolato i viaggi per mare, e con la neve lungo le zone interne dei Balcani. Dall'altro le nuove barriere di confine erette da diversi Stati balcanici, che hanno rallentato il passaggio dei migranti.

Numeri in netta flessione dunque, dopo mesi di crescita continua, tanto che ottobre e novembre avevano fatto registrare il picco del flusso con oltre 180.000 arrivi ad ottobre e oltre 190.000 in questo mese, come comunicato sempre dalla polizia federale. Numeri in calo vengono registrati anche dalla polizia austriaca.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS