In Bosnia-Erzegovina circa duecento migranti hanno sfondato un primo cordone di polizia di fronte al valico di confine croato di Maljevac, a Velika Kladusa (nordovest). Trattative sono in corso tra le forze dell'ordine e i migranti.

Secondo fonti giornalistiche sul posto, almeno due migranti sono rimasti feriti. Sul luogo degli incidenti è arrivato anche un elicottero con a bordo unità speciali della polizia croata.

Una portavoce della polizia intanto ha confermato che sono tuttora bloccati a bordo di un treno i migranti arrivati a Bihac da Sarajevo alla mezzanotte di ieri, e che anche un pullman è stato fatto tornare verso la capitale dopo che il ministro della sicurezza Dragan Mektic ha vietato l'accesso dei migranti sul territorio del cantone di Bihac.

Intanto a Hadzici, alla periferia di Sarajevo, stanno arrivando i primi migranti alla ex caserma adibita a centro di accoglienza che può ospitare 400 persone.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.