Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre duemila migranti economici sono sdraiati sui binari al confine tra la Macedonia e la Grecia bloccando in tal modo il traffico ferroviario internazionale, per protestare contro il mancato permesso di passare attraverso la Macedonia, riferiscono i media locali.

La maggior parte sono marocchini, ma alcuni provengono da Algeria, Tunisia, Libia, Libano, Iran, Pakistan, Bangladesh e Congo. Minacciano uno sciopero della fame se le autorità macedoni non li lasceranno andare verso l'Europa occidentale.

La Macedonia ufficialmente ammette il passaggio solo ai cittadini della Siria, Iraq e Afghanistan. Skopje ha introdotto questa misura dopo che la Croazia e Serbia hanno smesso di accogliere i migranti economici. Il numero dei migranti economici è in crescita, dopo che le autorità greche hanno permesso a tutti coloro che arrivano dalle isole di procedere verso la Macedonia, hanno osservato i media locali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS