Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un profugo di 15 anni ha accoltellato e ucciso un'impiegata 22enne di un centro per minori richiedenti asilo vicino Göteborg, in Svezia. Lo riporta la BBc sottolineando che il giovane è stato arrestato con l'accusa di omicidio.

La vittima, di origini libanesi, è morta in ospedale in seguito alle ferite riportate. Lavorava presso il centro da un paio di mesi. "Era un angelo che voleva solo fare del bene", ha detto un cugino, citato dal giornale svedese 'Expressen'.

Si tratta di "un terribile crimine", ha commentato il primo ministro svedese, Stefan Löfven, visitando il centro di Molndal dove è avvenuto l'episodio. "Credo ci siano molte persone in Svezia preoccupati dalla possibilità di casi di questo tipo", ha aggiunto secondo quanto riporta Radio Svezia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS