Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Migranti: Unhcr, in un anno 2'500 portati via dalla Libia

Dal novembre 2017 l'Alto commissariato delle Nazioni Unite (Unhcr) ha liberato 2'476 rifugiati e richiedenti asilo dai centri di detenzione libici. Immagine d'archivio.

KEYSTONE/EPA/STR

(sda-ats)

Dal novembre 2017 l'Alto commissariato delle Nazioni Unite (Unhcr) ha liberato 2'476 rifugiati e richiedenti asilo dai centri di detenzione libici e li ha evacuati dalla Libia verso il Niger (2.069), l'Italia (312) e la Romania (95).

Lo rende noto la stessa agenzia dell'Onu, che "esorta un numero sempre maggiore di Paesi ad offrire posti di reinsediamento in più per i molti rifugiati rimasti in Libia e che necessitano di essere evacuati urgentemente".

Fra le persone fatte evacuare, segnala l'Unhcr, ci sono madri single, famiglie, persone che necessitano di cure mediche e oltre 300 minori non accompagnati e separati.

La maggior parte delle persone, sottolinea l'agenzia, è stata portata in detenzione dopo essere stata intercettata o soccorsa in mare nel tentativo di attraversare il Mediterraneo dalla Libia all'Europa. "Considerati i pericoli che rifugiati e migranti corrono in Libia - si legge in una nota - l'Unhcr non ritiene che questo Paese rappresenti un luogo sicuro per lo sbarco e ha anche sconsigliato i ritorni in Libia in seguito alle operazioni di ricerca e soccorso in mare".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.