Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Francia "non è favorevole" ad un meccanismo di quote permanenti per la ripartizione dei rifugiati nell'Ue così come proposto dalla cancelliera tedesca Angela Merkel.

Lo ha detto il primo ministro francese Manuel Valls, parlando con i giornalisti a margine della conferenza sulla sicurezza a Monaco.

"L'Europa non può accogliere tutti i rifugiati provenienti da Siria, Iraq e Africa", ha aggiunto, sottolineando che la politica tedesca "non è sostenibile nel lungo periodo".

"La Francia si è impegnata per accogliere 30mila rifugiati" sui 160mila previsti dal piano europeo, "ma non oltre", ha precisato Valls, come riporta Le Monde, a pochi giorni dal vertice europeo del 18-19 febbraio a Bruxelles proprio sull'emergenza migranti.

"Non possiamo accogliere tutti i rifugiati", ha ripetuto, perché "altrimenti è a rischio la tenuta di Schengen, con il ritorno alle frontiere interne dell'Unione Europea e con conseguenze economiche che chiunque può immaginare".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS