Navigation

Migranti: Viminale ricorre, nuovo divieto ingresso

Il ministro dell'Interno italiano Matteo Salvini. KEYSTONE/EPA ANSA/LUCA ZENNARO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 agosto 2019 - 18:33
(Keystone-ATS)

Il Viminale contesta la decisione del Tribunale amministrativo regionale (Tar) del Lazio sulla sospensione del divieto d'ingresso in acque italiane dell'imbarcazione dell'organizzazione non governativa (ong) Open Arms e proporrà ricorso urgente al Consiglio di Stato.

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini inoltre, si apprende, è pronto a firmare un nuovo provvedimento di divieto di ingresso nelle acque territoriali italiane.

La decisione di ricorrere al Consiglio di Stato, secondo quanto si apprende, sarebbe motivata dal fatto che agli avvenimenti citati nel provvedimento del Tar se ne sono aggiunti altri. Per giorni, si osserva, "Open Arms si è infatti trattenuta in acque Sar libiche e maltesi, ha anticipato altre operazioni di soccorso e ha fatto sistematica raccolta di persone con l'obiettivo politico di portarle in Italia".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.