Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Ue si prepara a destinare 700 milioni di euro, nei prossimi tre anni, per aiuti umanitari, a Paesi all'interno dell'Unione, e in particolare alla Grecia dove decine di migliaia di migranti sono già bloccati a causa dei controlli alle frontiere settentrionali.

Lo anticipa il Wall Street Journal on-line.

Secondo il piano, che la Commissione Ue presenterà formalmente mercoledì - si legge sul Wsj - i fondi Ue saranno usati in base ad un nuovo meccanismo che prevede operazioni umanitarie all' interno dell'Ue, così come avviene per le aree di conflitto in Africa e in Medio Oriente.

Al vertice del 19 febbraio i leader dei 28 avevano chiesto alla Commissione Ue di proporre al più presto un meccanismo, per portare assistenza umanitaria interna all'Unione, in partnership con organizzazioni come l'Unhcr, a sostegno di Paesi che affrontano flussi eccezionali di migranti. Lo strumento che sarà proposto avrà bisogno solo dell'approvazione degli Stati membri in Consiglio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS