Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Migranti al confine Bosnia-Croazia,scontri e feriti

Scontri al confine con la Croazia

KEYSTONE/AP/AMEL EMRIC

(sda-ats)

Alta tensione oggi al confine fra Bosnia-Erzegovina e Croazia, dove centinaia di migranti che premevano per entrare in territorio croato si sono scontrati con le forze di polizia di entrambi i Paesi.

Scandendo 'Open border, Open border', i profughi hanno sfondato un primo cordone di agenti bosniaci al valico di Maljevac, non lontano da Velika Kladusa (nordovest della Bosnia), ma sono stati respinti da una seconda barriera di poliziotti. Negli scontri alcuni migranti sono rimasti feriti e il valico è rimasto a lungo chiuso al traffico.

La polizia di frontiera croata ha deciso di alzare una barriera lungo la linea di confine per prevenire ulteriori tentativi di sfondamento e ingresso illegale nel Paese. Gli agenti croati - appoggiati da elicotteri che hanno sorvolato l'intera zona di confine - hanno poi fatto uso di gas lacrimogeni in risposta a un fitto lancio di pietre e altri oggetti da parte dei migranti bloccati a poche decine di metri nella 'terra di nessuno'. Almeno due agenti croati hanno riportato ferite non gravi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.