Centinaia di migranti, stanchi di aspettare gli autobus, hanno sfondato le linee della polizia ungherese nei pressi del confine serbo e si sono messi in marcia a piedi sulla principale autostrada verso Budapest.

Lo ha constatato l'inviato dell'agenzia italiana ANSA sul posto.

Molti di essi sono stati bloccati dagli agenti mentre altri sono riusciti a fuggire tra i cavalcavia dell'autostrada. I fermati si trovano davanti a un campo delimitato da filo spinato e reti dove si rifiutano di entrare.

Diverse decine di profughi che hanno rotto il cordone della polizia hanno invece cambiato direzione e si recano ora verso Szeged, centro ungherese una decina di chilometri a nord-est.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.