Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue la crescita del gruppo Migros nonostante la difficile situazione del mercato. Il maggior dettagliante elvetico ha archiviato l'esercizio 2013 con ricavi in ascesa del 7% a 26,7 miliardi di franchi, grazie anche all'acquisizione del Gruppo Tegut. L'utile si è attestato a 770,9 milioni, in progressione del 6,4% su un anno.

L'utile operativo EBIT ha segnato un aumento di 58,3 milioni a 1'043,9 miliardi, pari ad un incremento del 5,9%. Anche gli investimenti si sono attestati a livelli molto elevati, con un volume complessivo di 1'324,2 miliardi (+8,1%). A fine esercizio la Migros aveva in organico 94'276 persone (+7,8%), tra cui 3'495 apprendisti (+5%).

Il presidente della Direzione generale della Federazione delle cooperative Migros (FCM), Herbert Bolliger ha giudicato "brillante" l'esercizio scorso. "Possiamo essere estremamente soddisfatti dei risultati commerciali", ha precisato il manager citato in una nota odierna del gruppo.

SDA-ATS