Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Spunta la pista delle ditte edili nelle indagini sul trafugamento della salma di Mike Bongiorno dal cimitero di Dagnente di Arona (Novara). Gli investigatori stanno controllando le imprese che nei mesi scorsi hanno effettuato lavori di manutenzione all'interno del cimitero.

Fra le persone che hanno lavorato per queste ditte - secondo l'ipotesi investigativa - potrebbe esserci qualcuno che ha avuto modo di analizzare con attenzione e senza destare sospetti le caratteristiche del cimitero, raccogliendo informazioni preziose per il furto della salma del presentatore.

La pista delle ditte edili si aggiunge alle altre due seguite finora dagli investigatori: quella delle testimonianze raccolte fra le persone che abitano nella zona intorno al cimitero e quella delle analisi che sono in corso nei laboratori dei Carabinieri del Ris su reperti e frammenti prelevati nel cimitero e lungo il percorso seguito dai ladri per portare via la salma di Mike Bongiorno.

Le analisi riguardano anche le tracce rilevate dagli investigatori, fra le quali potrebbero esserci anche quelle di autoveicoli.

Sui risultati delle indagini non trapelano indiscrezioni e nessuno riferisce se i ladri si sono messi in contatto o meno con la famiglia o con qualcun altro per eventuali richieste di riscatto. Nessuna conferma anche su eventuali perquisizioni in zone industriali fra Piemonte e Lombardia, delle quali si è parlato nelle ultime ore, mentre è stato confermato che le telecamere del cimitero non erano in funzione la notte del furto della salma.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS