Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il capo dei servizi di sicurezza interna di Israele Yoram Cohen si è recato il mese scorso a Ramallah per aggiornare il presidente palestinese Abu Mazen dell'arresto di membri di Hamas che - secondo Israele - progettavano la destabilizzazione dell'Autorità nazionale palestinese (anp). Lo ha riferito radio Gerusalemme. In seguito ad indagini condotte dai propri servizi segreti Abu Mazen, secondo la stessa emittente, ha trovato fondate le informazioni fornite da Israele.

Due settimane fa lo Shin Bet ha reso noto di aver arrestato in Cisgiordania una novantina di membri di Hamas che progettavano, a suo parere, una serie di attentati in Israele nonché una catena di violenze in Cisgiordania che avrebbero potuto portare alla caduta di Abu Mazen. Queste azioni di destabilizzazione, secondo lo Shin Bet, erano dirette da un dirigente di Hamas attivo in Turchia.

Secondo quanto riferito oggi da radio Gerusalemme, il presidente palestinese si sarebbe nel frattempo convinto che il pericolo era reale. Abu Mazen - ha detto ancora l'emittente - sospetta inoltre che Hamas intendesse avvalersi dell'aiuto di Mohammed Dahlan, un ex dirigente di al-Fatah espulso nel frattempo dal movimento e attualmente residente all'estero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS