Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Barvetta Singletary, assistente di Barack Obama, è stata arrestata con l'accusa di aver minacciato con una pistola il fidanzato, un poliziotto, dopo avergli fatto delle domande sulle altre donne che frequentava.

Lo riporta Nbc, sottolineando che Singletary avrebbe minacciato il partner con l'arma da fuoco per non averle consentito l'accesso al suo cellulare.

Secondo quanto riportato dalla stampa americana, Singletary avrebbe prima invitato il fidanzato a casa per fare sesso. Poi, intorno alle 5.30 del mattino, l'assistente di Obama gli avrebbe chiesto delle altre donne che frequentava.

Le domande si sono trasformate in lite e Singletary avrebbe prelevato dalla borsa dell'uomo non solo i suoi due cellulari ma anche una pistola Glock 23 calibro 40. Quando l'uomo si è rifiutato di darle i codici per accedere ai suoi cellulari, Singletary gli avrebbe puntato la pistola contro dicendo: "Mi hai insegnato come usarla. Non penso che tu voglia che la usi".

Non contenta Singletary avrebbe sparato un colpo in terra, spingendo l'uomo a fuggire e recarsi dalla polizia. Singletary è stata arrestata, e la Casa Bianca l'ha messa in congedo non retribuito e le ha revocato il pass per l'accesso.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS