Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BRUXELLES - Le dichiarazioni del leader libico Mouammar Gheddafi che ieri ha fatto appello alla jihad, la "guerra santa", contro la Svizzera per il voto contro la costruzione di minareti, sono "inopportune": lo ha detto un portavoce del ministro degli esteri europeo, Catherine Ashton. Per Parigi l'appello di Gheddafi è "inaccettabile".
"Se queste notizie sono corrette - ha aggiunto la Ashton attraverso suo portavoce, "arrivano inopportune mentre l'Unione Europea lavora a stretto contatto con la Svizzera per raggiungere una soluzione diplomatica" al contenzioso tra Berna e Tripoli.
In mattinata il direttore generale dell'ONU a Ginevra Sergei Ordzhonikidze aveva definito l'appello di Gheddafi alla guerra santa "inammissibile da parte di un capo di Stato".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS