Navigation

Minareti: ONU, appello Gheddafi contro Svizzera "inammissibile"

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 febbraio 2010 - 12:06
(Keystone-ATS)

GINEVRA - L'appello lanciato ieri sera dal leader libico Muammar Gheddafi alla "jihad" (guerra santa) contro la Svizzera è inammissibile. Lo ha affermato oggi il direttore generale dell'ONU a Ginevra Sergei Ordzhonikidze rispondendo a una domanda di un giornalista nel corso di un incontro con la stampa.
"Tali dichiarazioni da parte di un capo di Stato sono inammissibili sul piano delle relazioni internazionali", ha dichiarato il numero uno dell'ONU a Ginevra. "Spero - ha aggiunto Ordzhonikidze - che se ci saranno delle minacce, saremo in grado di prevenire attacchi contro la sicurezza degli edifici dell'ONU".
Il direttore, smentendo informazioni diffuse nelle scorse settimane da fonti libiche, ha inoltre precisato di non aver mai ricevuto una lettera ufficiale da Tripoli, nella quale si chiede il trasferimento della sede europea dell'ONU al di fuori della Svizzera.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.