Navigation

Minatori intrappolati, appello presidente Pinera

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2010 - 06:54
(Keystone-ATS)

SANTIAGO DEL CILE - Il presidente del Cile, Sebastian Piner, ha lanciato ieri sera un appello per poter ottenere da qualche Paese i mezzi tecnologici adeguati per trarre in salvo i 33 minatori intrappolati da giovedì scorso, in una miniera situata a 900 chilometri al nord di Santiago. Finora, tutti i tentativi per raggiungerli si sono rivelati inutili.
Il capo dello Stato ha precisato che sono stati già presi contatti con governi di Paesi che hanno molta esperienza in merito, come Perù, Stati Uniti, Canada e Australia.
Intanto, mentre almeno 200 soccorritori sono impegnati giorno e notte per tentare di raggiungere i 33 minatori intrappolati, dirigenti sindacali della Federazione mineraria del Cile, hanno denunciato che lo Stato non si preoccupa delle misure di sicurezza con cui si dovrebbe lavorare nelle miniere e che le imprese pensano solo a estrarre minerali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.