Navigation

Ministri paesi tedescofoni: incontro su jihadisti e migrazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2014 - 15:20
(Keystone-ATS)

"Le sfide internazionali richiedono soluzioni comuni": lo ha detto oggi a Zurigo la consigliera federale Simonetta Sommaruga, in occasione del tradizionale incontro dei ministri degli interni dei paesi tedescofoni, dedicato ai temi della sicurezza e della migrazione.

Tali sfide, secondo la responsabile del Dipartimento di giustizia e polizia (DFGP), riguardano la delicata situazione migratoria nel Mediterraneo, la lotta alla criminalità e la minaccia costituita dagli estremisti jihadisti che fanno ritorno in Europa dopo aver combattuto all'estero.

I ministri Thomas de Maizière (Germania), Johanna Mikl-Leitner (Austria), Thomas Zwiefelhofer (Liechtenstein) e Etienne Schneider (Lussemburgo), "si sono detti fiduciosi di riuscire a risolvere la situazione migratoria nell'Italia meridionale adottando misure a breve termine per intensificare la cooperazione Dublino e sgravare gli Stati particolarmente colpiti", secondo quanto si legge in un comunicato del DFGP.

"In contropartita, afferma ancora la nota, i partner si aspettano che tutti gli Stati Dublino si attengano alle regole convenute, anche in situazioni particolarmente gravose".

Quanto alla minaccia rappresentata dagli estremisti islamici che fanno ritorno in patria, le parti hanno convenuto che "i pericoli vanno affrontati in stretta cooperazione con tutte le autorità internazionali e nazionali. A tale proposito è fondamentale lo scambio di informazioni di polizia a tutti i livelli".

Al termine dei colloqui i ministri hanno visitato, sempre a Zurigo, il centro sperimentale per le procedure d'asilo accelerate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?