Navigation

Minneapolis: proteste Washington, acqua contro agenti

Non accennano a placarsi le proteste a Minneapolis in seguito all'uccisione dell'afro-americano George Floyd KEYSTONE/EPA/ETIENNE LAURENT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 maggio 2020 - 08:11
(Keystone-ATS)

All'una di notte ora di Washington non accennano a diminuire le proteste davanti alla Casa Bianca per l'uccisione dell'afroamericano George Floyd.

Secondo quanto riportato dal Guardian, i manifestanti hanno lanciato acqua contro gli agenti dei Servizi segreti schierati. Alcuni sui social media denunciano, invece, l'uso dei lacrimogeni sulla folla.

Intanto il Pentagono ha chiesto all'esercito di tenere diverse unità militari pronte ad essere dispiegate a Minneapolis, dove da giorni sono in corso proteste e tafferugli per l'uccisione dell'afroamericano George Floyd soffocato da un poliziotto con il ginocchio. Lo scrive l'agenzia Associated Press sottolineando che è estremamente raro che il Pentagono dia un ordine del genere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.