Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Attualmente nel Suditalia, dove si succedono gli sbarchi di migranti, non è impegnata alcuna guardia di confine svizzera nell'ambito della missione Frontex. L'Agenzia europea per la gestione della cooperazione internazionale alle frontiere esterne degli Stati membri dell'Unione europea non ha finora fatto ricorso all'aiuto del Corpo delle guardie di confine (Cgcf).

"Per ora Frontex non ci ha chiesto più specialisti svizzeri", ha dichiarato all'ats la portavoce dell'Amministrazione federale delle dogane (AFD) Stefanie Widmer. Se pervenisse una richiesta si valuterebbe la disponibilità di esperti e se la situazione attuale permetterebbe un loro impiego. Quest'anno per i membri del Cgcf sono previste circa 1'200 giornate di lavoro in seno a Frontex. Finora sono impegnate 38 persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS