Navigation

Mister Prezzi consultato su obiettivi ferrovie, non su tariffe

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 febbraio 2012 - 13:04
(Keystone-ATS)

Il Consiglio federale dovrebbe consultare il Preposto alla sorveglianza dei prezzi prima di fissare gli obiettivi strategici delle FFS, ma non più sulle tariffe. Con 29 voti contro 10, il Consiglio degli Stati ha mantenuto oggi questa divergenza con il Nazionale nella seconda fase della riforma delle ferrovie, che mira a rafforzare la concorrenza.

Per la maggioranza, le tariffe devono essere concepite in modo tale da consentire alle compagnie di raggiungere gli obiettivi fissati dai poteri pubblici. La consultazione di Mister Prezzi deve mirare a rafforzare il vincolo tra gli obiettivi e i mezzi a disposizione, ha dichiarato oggi Claude Hêche (PS/JU) a nome della commissione.

Si tratta di porre fine alla contraddizione denunciata dalle FFS. A loro avviso, il governo prescrive utili, in particolare nel traffico passeggeri e, successivamente, Mister Prezzi si intromette nella realizzazione di questo obiettivo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?