Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Circa 400 persone hanno manifestato oggi a Ginevra su invito dell'associazione "Droit pour tous" per chiedere la fine del blocco imposto a Gaza. L'assalto della marina israeliana contro la "flottiglia della pace" è stato duramente condannato.
Il corteo, sotto stretta sorveglianza delle forze dell'ordine, è sfilato per le vie cittadine fino alla sede dell'Alto Commissariato dell'Onu per i diritti umani. Prima di mettersi in marcia i manifestanti hanno osservato un minuto di silenzio in memoria delle persone morte nell'assalto della nave "Mavi Marmara".
Ender Demirtas, segretario generale di "Droit pour tous", ha esortato la comunità internazionale ad avviare un'inchiesta sull'accaduto. La Svizzera, dal canto suo, deve condannare "con grande fermezza l'attacco della marina israeliana", ha aggiunto Demirtas.
Alla manifestazione erano presenti diverse personalità politiche fra cui il presidente dei Verdi Ueli Leuenberger (GE) e il consigliere nazionale Josef Zisyadis (POP/VD).

SDA-ATS