Il leader palestinese Abu Mazen ha chiesto al segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon di formare una commissione internazionale che indaghi sui "crimini e le violazioni contro il popolo palestinese", incluso il rapimento e l'uccisione del ragazzo palestinese "bruciato vivo" a Gerusalemme est. Lo riporta l'agenzia ufficiale Wafa. Abu Mazen ha aggiunto che nelle ultime due settimane "16 palestinesi, inclusi bambini e donne, sono stati uccisi".

In una lettera consegnata all'inviato Onu per il Medio Oriente Robert Serry, incontrato oggi, Abu Mazen ha spiegato che nello stesso lasso di tempo ci sono stati altri "tentativi di rapimento e assalti a bambini", sottolineando il caso del cugino di Mohammad Abu Khdeir, Tariq Abu Khdeir, che è stato "selvaggiamente picchiato dalla polizia".

Secondo il presidente Abu Mazen gli "attacchi dei coloni contro i palestinesi sono saliti del 41% dalla prima metà del 2014".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.