Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

David Friedman (al centro), l'ambasciatore Usa in Israele.

KEYSTONE/EPA/JIM HOLLANDER

(sda-ats)

L'ambasciatore degli Usa in Israele, David Friedman, in una mossa inusuale, sarà presente oggi all'incontro a Gerusalemme tra l'inviato speciale di Trump Jason Greenblatt e una delegazione palestinese per discutere come rilanciare il processo di pace.

La presenza di Friedman, secondo i media, è stata voluta dallo stesso presidente che lo considera una "figura chiave" nelle chance di riavviare i negoziati.

La partecipazione di Friedman all'incontro sembra indicare anche un cambio nella politica statunitense riguardo la trattativa stessa. Poiché Friedman è il rappresentante americano nei confronti di Israele, l'incontro con i palestinesi non può che avvenire a Gerusalemme e non a Ramallah.

La delegazione palestinese è composta dal negoziatore capo Saeb Erekat, dal capo dell'intelligence Majed Faraj e dal consigliere economico del presidente palestinese Abu Mazen, Mohammad Mustafa.

SDA-ATS