Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Autorità Nazionale Palestinese (ANP) ha chiesto all'Istituto di Radiofisica dell'ospedale universitario di Losanna di esaminare i resti di Yasser Arafat, dando così nuova spinta alle indagini sulla morte del leader palestinese.

"Stiamo valutando la maniera più adeguata di rispondere a questa richiesta", ha detto oggi all'agenzia AFP Darcy Christen, portavoce del Centro ospedaliero universitario vodese (CHUV). "La nostra principale preoccupazione è di garantire l'indipendenza, la credibilità e la trasparenza di un nostro possibile coinvolgimento", ha sottolineato Christen.

Le autorità palestinesi hanno richiesto la nuova autopsia allo stesso laboratorio che, come rivelato agli inizi di luglio in un documentario di Al Jazira, evidenziò livelli significativi di polonio sugli effetti personali di Arafat, riaccendendo così i sospetti sulle cause della sua morte, avvenuta in circostanze misteriose l'11 novembre 2004 in un ospedale militare nei pressi di Parigi.

Le rivelazioni del documentario di Al Jazira avevano riacceso le polemiche su un possibile avvelenamento di Arafat. Diverse accuse sono state lanciate da allora nei confronti di Israele, con in prima fila, il nipote del leader palestinese, Nasser al-Qidwa. Mentre nelle settimane scorse, la Lega Araba ha avallato la costituzione di una commissione d'inchiesta internazionale per fare chiarezza sul caso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS