Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ANKARA - Circa 10'000 persone sono scese in piazza oggi a Istanbul per protestare contro lo stato ebraico in seguito al blitz contro la flottiglia di navi di attivisti palestinesi assalita la settimana scorsa dai marines israeliani, assalto che è costato la vita a nove cittadini turchi ed il ferimento di parecchi altri.
I manifestanti, chiamati a raccolta in particolare dalla nota Ong turca "Insani Yardim Vakfi" (Pia fondazione per gli aiuti umanitari, in sigla Ihh), si sono radunati nel quartiere di Caglayan, nella parte europea della metropoli sul Bosforo, dove hanno scandito slogan e innalzato striscioni con scritte come "Israele assassino" e "Giù le mani dalle navi".
Dal lunedì scorso, giorno dell'assalto della marina israeliana contro il traghetto turco "Mavi Marmaris", in tutta la Turchia si sono susseguite decine di manifestazioni anti-israeliane durante le quali sono state anche strappate o bruciate bandiere dello stato ebraico.

SDA-ATS