Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la prima volta dal 2007, famiglie di Gaza potranno visitare i loro parenti detenuti nelle carceri israeliane. Lo ha annunciato oggi a Ginevra il Comitato internazionale della Croce rossa (Cicr). In tutto, 40 mogli, madri e padri vedranno i loro familiari.

Il Cicr sta facilitando il viaggio da Gaza alla prigione di Ramon, precisa una nota. Per il Cicr, l'incontro in programma oggi è "un primo passo. Speriamo che le visite da parte dei residenti di Gaza riprendano pienamente", ha affermato Juan Pedro Schaerer, capo della delegazione del Cicr in Israele e nei territori occupati.

Attualmente, 554 uomini con famiglie nella Striscia di Gaza sono ancora detenuti nelle prigioni israeliane. Il blocco delle visite è stato una delle ripercussioni del colpo di mano armato con cui Hamas nel 2007 ha espulso da Gaza il regime di Abu Mazen, creando di fatto una enclave autonoma in stato di conflitto permanente con Israele.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS