Navigation

Mo: Gaza; rappresaglia aerea israeliana dopo lanci razzi

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2010 - 15:22
(Keystone-ATS)

GAZA - L'aviazione israeliana ha compiuto oggi alcuni raid di rappresaglia nella Striscia di Gaza, l'enclave palestinese controllata dagli islamico-radicali di Hamas, in risposta a una serie di lanci di razzi e proiettili di mortaio registrata nelle ultime ore verso il sud d'Israele. Lo riferiscono fonti concordanti.
I bersagli colpiti sono stati almeno due, uno dei quali a Khan Yunis, a sud di Gaza City, dove si segnala almeno un ferito. I raid sono arrivati dopo che alcuni colpi di mortaio sparati dalla Striscia - qualcuno dei quali caricato con fosforo, secondo fonti militari israeliane - erano caduti nel primo pomeriggio in campo aperto a poca distanza dalla cittadina di Ashqelon (una cinquantina di chilometri a sud di Tel Aviv).
Altri proiettili di mortaio avevano raggiunto il territorio israeliano ieri e nella nottata, insieme a un razzo Qassam (a corto raggio) e a un Grad (a più lunga gittata): tutti esplosi senza provocare vittime. L'improvvisa recrudescenza di attacchi dalla Striscia di Gaza è stata rivendicata in queste ore dai Comitati di Resistenza Popolare, una fazione minore della galassia radicale palestinese, come una vendetta contro "i crimini di Israele".
E fa seguito all'uccisione mirata a Gaza City di due fratelli, entrambi affiliati all'Esercito dell'Islam, un gruppo ultraintegralista che si ispira ad Al Qaida, centrati mercoledì a bordo di un'auto da un missile scagliato da un drone (aereo senza pilota) israeliano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?