Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Israele progetta una nuova colonia in Cisgiordania, in seguito all'uccisione di tre ragazzi ebrei. Lo ha anticipato la radio militare, secondo cui le autorità militari si accingono a proclamare "aree demaniali" 400 ettari di terre nella zona di Betlemme.

La proclamazione di quelle terre in aree demaniali richiederà almeno 45 giorni, durante i quali sarà possibile presentare ricorso.

Molto critica la prima reazione di Peace Now, secondo cui quello che è oggi un istituto educativo israeliano in Cisgiordania, Ghevaot, "diventerà una città con migliaia di abitanti". "Israele - afferma il direttore generale di Peace Now, Yariv Oppenheimer - pugnala così alla schiena il presidente palestinese Abu Mazen e i palestinesi moderati".

Secondo la radio militare, la decisione di estendere nella zona di Betlemme la presenza ebraica è stata presa dal ministro della difesa Moshe Yaalon in seguito al rapimento e uccisione lo scorso giugno in quella zona di tre ragazzi ebrei da parte di una cellula risultata in seguito affiliata a Hamas.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS