Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È salito ad una quindicina di morti ed una quarantina di feriti il bilancio di una serie di raid aerei israeliani nella Striscia di Gaza contro membri di Hamas ed in particolare del suo braccio armato, le brigate Ezzedine al-Qassam.

L'agenzia palestinese Maan, citando fonti mediche locali, parla di dieci morti e di 35 feriti a Khan Younis nel nord della Striscia di Gaza. Dalle macerie di una casa colpita dall'aviazione israeliana sono stati estratti anche i corpi di donne e bambini.

Al momento dell'attacco al suo interno e nelle sue immediate vicinanze si trovavano decine di persone, fra cui donne e bambini. Secondo la stampa israeliana si trattava in effetti di "scudi umani" che, viene ipotizzato, cercavano di impedire con la loro presenza un attacco aereo israeliano.

In precedenza, in altri due raid, quattro palestinesi sono stati uccisi da una bomba mentre si trovavano a bordo di un'auto nel quartiere di Daraj, nel centro della Città di Gaza, ha reso noto un portavoce dei servizi di emergenza palestinesi. Secondo la fonte, l'ultimo bombardamento ha distrutto la casa di un membro di Hamas nella parte meridionale della Striscia.

Israele sta intensificando i bombardamenti aerei in vista dell'eventuale offensiva di terra nell'enclave costiera, anticipata da fonti vicine al premier israeliano Benjamin Netanyahu, che, secondo i media locali, ha ordinato il richiamo di 40'000 riservisti.

Intanto il segretario generale della Lega Araba, Nabil el-Araby, ha chiesto una riunione "immediata" del Consiglio di sicurezza dell'ONU sui raid israeliani contro Gaza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS