Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Dopo l'accordo di unità (fra Hamas ed al-Fatah, ndr) abbiamo visto un aumento del terrorismo. Ciò dimostra che il nuovo governo palestinese non fa avanzare la pace, bensì il terrorismo": lo ha affermato oggi il premier israeliano Benjamin Netanyahu in un incontro con la stampa estera in cui è tornato ad addossare a Hamas la responsabilità del rapimento di tre ragazzi ebrei in Cisgiordania.

Netanyahu ha respinto le affermazioni giunte dai dirigenti dell'Anp di non essere responsabili della sorte dei tre ragazzi israeliani in quanto la loro scomparsa è avvenuta in una zona sotto controllo militare israeliano. Questo approccio, secondo il premier, "è assurdo" perché - ha aggiunto - quando un attacco avviene a Tel Aviv o a New York "la questione non è dove si sia verificato, bensì dove abbia avuto origine". Israele sa con precisione, ha insistito il premier, che il rapimento dei tre ragazzi è stato compiuto da Hamas e farà tutto il possibile "per riportarli a casa".

SDA-ATS