L'Autorità nazionale palestinese, guidata da al-Fatah in Cisgiordania, ed il regime instaurato da Hamas a Gaza ''ricorrono di norma ad arresti e torture nei confronti degli oppositori'' all'interno delle aree da loro gestite.

La ''repressione del dissenso'' è cresciuta negli ultimi anni in parallelo con l'approfondirsi della frattura politica fra al-Fatah e Hamas. Lo afferma la Ong Human Rights Watch (Hrw) in un rapporto di 150 pagine divulgato oggi, intitolato: 'Due autorità, un'unica strada, zero dissenso: arresti arbitrari e tortura nell'Autorità palestinese e sotto Hamas'.

''Venticinque anni dopo gli accordi di Oslo (fra Olp e Israele, ndr) le autorità palestinesi hanno ottenuto solo un potere limitato in Cisgiordania e a Gaza; ma dove hanno autonomia hanno sviluppato in parallelo Stati di polizia'' scrive Tom Porteous, un dirigente di Hrw. ''Appelli a funzionari palestinesi affinché rispettino i diritti dei palestinesi risuonano a vuoto mentre essi reprimono il dissenso''.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.