Navigation

MO: Shalit;Hamas, no a CICR per evitare raid Israele

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 giugno 2010 - 18:44
(Keystone-ATS)

GAZA - Hamas non è disposto a concedere al Comitato internazionale della Croce Rossa di visitare il caporale israeliano Ghilad Shalit, da quattro anni prigioniero nella Striscia di Gaza, perché teme che Israele possa approfittarne per individuare il luogo in cui il militare è tenuto e organizzare un raid.
Lo ha detto oggi - in risposta alle denunce sul mancato rispetto dei diritti fondamentali del prigioniero, riproposte in occasione del quarto anniversario della cattura del soldato - uno dei portavoce del movimento islamico al potere a Gaza, Ayman Taha.
"Noi non possiamo consentire una visita della Croce Rossa poiché Shalit non e' in un carcere e rivelare il luogo in cui si trova sarebbe dunque molto pericoloso", ha detto Taha, citato da alcuni media locali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.