Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un appello ai dirigenti di Gaza affinché si astengano dall'eseguire diverse esecuzioni di condanne a morte - preannunciate ieri dai parlamentari di Hamas nella Striscia - è stato lanciato dalle missioni dell'Unione Europea a Gerusalemme e a Ramallah.

In un comunicato le missioni ribadiscono la tradizionale opposizione dell'Ue "in tutte le circostanze" al ricorso alla pena capitale. Ieri un appello identico a Hamas, affinché si astenga dalla esecuzione delle condanne, era giunto anche dal Commissario dell'Onu per i diritti umani.

A Gaza intanto la tensione resta elevata dopo manifestazioni di piazza in cui sono state invocate esecuzioni pubbliche per dodici palestinesi condannati a morte per omicidio. Secondo fonti locali, le autorità temono che un gesto di clemenza nei loro confronti potrebbe avere ripercussioni ben più gravi sull'ordine pubblico, innescando una catena di faide e di vendette private. L'allarme è dovuto fra l'altro alla constatazione che negli ultimi mesi gli episodi di criminalità a Gaza si sono moltiplicati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS